venerdì 19 giugno 2015

I TRIBUTI: "Stay away" from Nirvana to Charles Bradley & The Menahn Street Band

Amico, se mi riproponi una delle canzoni contenuta in uno dei dischi più importanti della mia vita in una chiave funky, e con una voce così squisitamente black, hai vinto ancora prima ancora che parta la prima nota.
Non conosco Charles Bradley & The Menahn Street Band, non sono riuscito a trovare molte info in italiano (ma credo di avere qualche grana con infenzioni da malware!), ma la sua voce è quanto di più "nero" possa esserci. Nel 2011 ha partecipato con molti altri artisti ad un progetto messo su dal magazine Spin, che ha voluto coinvolgerli in un esperimento molto particolare: una reinterpretazione multipla dello storico disco dei Nirvana "Nevermind". Le performance furono messe a disposizione degli utenti in forma gratuita sul loro sito, una vera chicca! La cover di "Stay Away" proposta da Bradley è quella che più di tutte mi colpì, non solo per l'enorme differenza di stile tra l'originale e il tributo, ma anche perché quest'ultimo è di un ganzo fenomenale! 
Non trovate anche voi?



"Stay away" versione originale dei Nirvana


 
 "Stay away" cover di Charles Bradley

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento pellegrino :) Ricorda di spuntare l'avviso di notifica!