giovedì 12 novembre 2015

RECENSIONE "LO SCIACALLO" di Dan Gilroy

Donnie è cresciuto. E' diventato un ladro/rigattiere. Passa le sue giornate su siti che parlano di business management in attesa del treno giusto. E mangia decisamente troppo poco.
Ancora una bellissima sorpresa guardando un film di cui non sapevo una beneamata cippa. Anzi, il titolo e la locandina mi avevano depistato, facendomi credere si trattasse di un noir con protagonista un killer spietato e mezzo matto. E le primissime scene della pellicola me lo hanno pure confermato, laddove pareva che Gyllenhaall stesse tagliando una rete metallica per introdursi in chissà quale luogo pericoloso, per poi essere scoperto da una guardia che -of course- è finita pestata a sangue. E poi? E niente, poi si scopre subito che Jake è solo un ladruncolo da quattro soldi che tira a campare vendendo rame e tombini...

lunedì 9 novembre 2015

RECENSIONE MORGAN LOST di Claudio Chiaverotti

La copertina del n°1: figherrima.
Il mio gusto per il macabro non poteva lasciarmi indifferente di fronte alla notizia.
Quando è giunta alle mie orecchie la storia che la stessa casa editrice di Dylan Dog -il primo fumetto che avrei desiderato di poter collezionare dal numero uno, ma che per ovvie ragioni temporali è rimasto al di fuori della mia portata di giovincello- aveva appena pubblicato il primo numero di una nuova collana le mie antenne si sono rizzate. E quando ho letto che in soldoni la storia parla di un tipo cazzuto che va a caccia di serial killer, e che a tempo perso si sollazza con del buon cinema, i nanetti nel mio cervello sono andati in fibrillazione.
La caccia è stata lunga, il numero uno era fuori da più di due settimane, e sono dovuto rimbalzare tra quasi dieci edicole prima di trovare una copia scampata alla razzia del giorno di pubblicazione. Anzi mi è andata ancora meglio, in quell'oasi nel deserto ne ho trovate addirittura due di copie, e a quel punto mi son detto ma si, investiamo questi 3,5 eurozzi ora. Chissà che un domani non potranno fruttarne molti di più. Per chi fosse scettico al riguardo si faccia un giro su Ebay: una copia n°1 di Dylan Dog primissima edizione non la trovi a meno di 700 euro...

lunedì 2 novembre 2015

L'UOMO IN FUGA di Richard Bacham (Stephen King)

A quei pochi che mi seguono chiedo venia. Sono sparito per molto tempo, praticamente all'improvviso. Ma io son fatto così, la mia curiosità e la mia voglia di fare zompettano da un interesse all'altro in maniera del tutto indipendente, e spesso ciclica. Adesso, per esempio, mi si è riaccesa la voglia di lavorare il legno, e sto ricoprendo una porzione di parete con delle assi recuperate da dei pallet! Sono molto coerente, nella mia incoerenza. 
Per fortuna però ultimamente mi è tornata anche la voglia di leggere, ed il mio comodino pullala di libri e fumetti in attesa di essere sfogliati. Il primo della lista è stato un vecchissimo romanzo dello scrittore che è riuscito a farmi apprezzare il piacere della lettura: Stephen King. L'uomo in fuga è stato scritto dal Re in un periodo in cui ha voluto pubblicare alcune sue opere sotto lo pseudonimo di Richard Bacham (non ne sono sicuro, ma forse esistono addirittura delle finte collaborazioni con il suo altergo).
Sarò diretto: questo libro non mi ha convinto fino infondo.

mercoledì 30 settembre 2015

RECENSIONE EVEREST di Baltasar Kormákur

Se qualcuno mi avesse detto che esistono, e nemmeno da poco tempo, delle scalate di gruppo guidate per raggiungere la cima più alta e letale del mondo, non gli avrei creduto. Ancor meno se mi avessero detto che la cosa è talmente diffusa che può capitare di trovare "traffico" nei campi base. Incredibile, davvero. L'Everest è conosciuta praticamente dal 99,9% della popolazione mondiale, è la Torre Eiffel della natura, e persino un bambino ti saprebbe dire che domare i suoi 8.848 metri di altezza è un'impresa riservata a pochi super uomini che hanno votato la loro esistenza all'alpinismo.
Ed invece ieri sera mi siedo in sala insieme a mon cherie, il film inizia e che scopro nei suoi titoli di testa? Che già dagli anni 90 si organizzano scalate di gruppo sull'Everest! WTF?! Che sborsando somme a quattro zeri, ed avendo dell'esperienza nelle scalate, si affitta una guida esperta che ti porta per mano fin sopra al tetto del mondo.

martedì 29 settembre 2015

[SERIE TV] FEAR THE WALKING DEAD di D. Erickson e R. Kirkman - 5° ep.


Se la qualità di questo episodio non è riuscita a conquistarvi, allora vi do un consiglio da amico: lasciate perdere FTWD, TWD e tutte le future opere di Robert Kirkman.
Non fanno per voi.
Non è una critica eh, i gusti son gusti. Probabilmente troverete più appagamento in "Z Nation", che al sottoscritto ha fatto cagare più o meno quanto il piatto di broccoli a Riley di "Inside Out", ma che probabilmente offre maggior intrattenimento per chi cerca frotte di zombie e tonnellate di piombo.