mercoledì 1 luglio 2015

I TRIBUTI: "Killing me softly" from Lori Lieberman to Fugees

Chi di voi non conosce questa perla si punti una pistola in testa e prema il grilletto.
Siete tutti vivi? C'avrei scommesso. Una delle regine intramontabili degli anni 90, la cover di "Killing me softly" eseguita dai Fugees di Lauryn Hill nel lontano 1996 ha fatto da colonna sonora estiva per moltissimi di noi. Personalmente è anche legata ad un ricordo molto piacevole, una delle mie prime cotte adolescenziali, mai ripagata certo, ma sorvoliamo... Quello che non tutti sanno però è che questo pezzo non era stato scritto dai Fugees, ma era invece la cover di un pezzo risalente nientemeno che al 1971, scritto da Charles Fox e Norman Gimbel (che non fingerò di conoscere), e interpretato dalla cantante americana Lori Lieberman.

Nomi del calibro di Aretha Franklin, Frank Sinatra e persino la nostra Mina, si sono cimentati in un omaggio a questo splendido pezzo ispirato da una poesia della stessa Lieberman, nella quale la donna racconta i suoi sentimenti nei confronti delle parole di un cantante che con esse, senza neppure conoscerla, riesce a metterla a nudo, a parlare dei suoi tormenti come se fossero suoi, infliggendole un dolce supplizio dell'anima.
La cover non si discosta molto dall'originale, bellissimo così com'è, limitandosi a dargli un taglio lievemente reggae sul quale la splendida voce di Lauryn Hill ridà vita alle parole di una donna dall'animo tormentato. Il risultato è un pezzo che entrato di diritto tra i più belli di quel decennio, di certo tra i miei preferiti di sempre.



"Killing me softly" versione originale di Lori Lieberman


"Killing me softly" cover dei Fugees

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento pellegrino :) Ricorda di spuntare l'avviso di notifica!