venerdì 18 settembre 2015

[I TRIBUTI] Like a Virgin from Madonna to Amos Lee

Non so voi, ma ogni tanto mi diverto a fare zapping sul Tubo. Spesso guardo trailer cinmatografici, a volte scopro nuove band (come nel caso di quei gran bravi ragazzi dei Royal Blood), altre volte invece nella casella di ricerca scrivo il titolo di un pezzo storico seguito dalla parola cover. Avete idea delle sorprese che si celano dietro i risultati della ricerca?! C'è un mondo di tributi che aspetta solo di essere scoperto!
L'ho fatto proprio oggi, e la canzone soggetto della mia ricerca era una evergreen di Madonna ai suoi esordi, lontana ancora anni luce da quella metamorfosi a cavallo tra la mania di grandezza divina e la fobia senile: "Like a virgin". Molti di voi, magari i più giovincelli, conosceranno questo pezzo più per l'interpretazione fatta da suor suor Cristina ad X-Factor che per la versione originale. Ma a me la suora aveva già fracassato gli apparati allora, figuriamoci se l'andavo a ripescare ora. No no, ho cercato tra i risultati ed ho scelto un nome che, benché non ne sia certo, mi pare di conoscere, un certo Amos Lee (forse lo confondo con Tori Amos, ma nemmeno lei la conosco bene, vabbé sto rincoglionendo). Faccio partire il video e le orecchie mi si rizzano immediatamente, perché laddove nella versione originale ci sono una tastiera ed un batteria squisitamente anni 80, qui ci sono un piano appena sfiorato e delle percussioni leggere come zucchero filato. Ho capito all'istante di aver beccato una di quelle cover che a me mi piacciono proprio assai! Nella versione di questo giovane cantautore di Philadelphia, che ha abbandonato una cattedra per seguire il sogno di cantare, facendosi notare da nomi quali Norah Jones e Bob Dylan tanto da spingere questi giganti a chiedergli di aprire i loro concerti (e non escludo che al piano di questa cover ci sia proprio la Jones), non c'è più traccia alcuna dell'euforia pop originale, ma "solo" un'atmosfera soft da piano bar, sulla quale plana una voce che sembra celare toni raschianti se solo salisse un po'.
E' stata una piacevolissima sorpresa, che ha meritato fin dalla prima nota un posto nella rubrica dei Tributi. Un elegantissimo omaggio ad un pezzo che ha fatto la storia degli anni 80, non siete d'accordo?
A voi l'ardua sentenza!


"Like a virgin" versione originale di Madonna


"Like a virgin" cover di Amos Lee

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento pellegrino :) Ricorda di spuntare l'avviso di notifica!